“Educazione finanziaria, asimmetria e rinnovamento”

0
28

Il convegno si svolgerà il 31 ottobre, dalle 15 alle 18 nella sala Regia di palazzo dei Priori di VITERBO.

Nell’ambito delle iniziative promosse per il mese dell’Educazione finanziaria, As finanza e consumo, associazione scientifica che mette in rete una serie di professionisti esperti di diritto bancario e finanziario, rappresentanti delle istituzioni ed operatori del settore, ha organizzato il convegno

“Educazione finanziaria. Asimmetria e rinnovamento: questioni aperte e possibili soluzioni”.

La manifestazione si svolgerà il 31 ottobre dalle 15 alle 18 a Viterbo, nella sala Regia di palazzo dei Priori, con l’obiettivo di aumentare la comprensione del mondo degli investimenti da parte degli operatori attivi sul territorio e trovare soluzioni ai problemi quotidiani che la crisi ci pone innanzi.

L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con la camera civile di Viterbo per proposte volte al migliore funzionamento della giustizia civile.

As finanza e consumo condivide a pieno con la camera civile, rappresentata a Viterbo da Rosita Ponticiello, le finalità dell’iniziativa volta a informare sulle regole essenziali di trasparenza che garantiscono il buon funzionamento del sistema bancario e dell’intermediazione finanziaria, al fine di supportare gli operatori economici e le istituzioni pubbliche nel calcolo e nella gestione del rischio d’impresa.

Ciò anche al fine di sostenere l’accesso del pubblico ai servizi finanziari e supportare, attraverso forme di cooperazione orizzontale, il rilancio dell’economia partendo dal territorio e dalle sue peculiarità.

Il progetto, proprio in considerazione dell’attenzione riservata alla funzione finanza nelle pubbliche amministrazioni, ha trovato consenso presso le istituzioni comunali.

Per tali ragioni, quindi, al convegno è stato attribuito il patrocinio del comune di Viterbo.

Il convegno si articolerà attraverso il confronto diretto tra figure professionali che a vario titolo contribuiscono alla formazione del diritto vivente nel panorama bancario e finanziario.

Il dialogo a più voci consentirà di affrontare ciascun argomento da prospettive differenti, argomentando in modo semplice le questioni dibattute nell’ambito della normativa speciale di settore.

Saranno illustrate le tappe che hanno segnato lo sviluppo della funzione finanza nella pubblica amministrazione: il tema sarà affrontato da Giuseppe Lepore, avvocato del Foro di Roma, docente a incarico all’università degli studi di Roma La Sapienza e direttore della rivista As Finanza.

Anche la Banca d’Italia, riconoscendo il valore dell’iniziativa, ha inteso partecipare al confronto, offrendo un proprio contributo attraverso Raffaella Pinto, del servizio tutela antiriciclaggio, divisione coordinamento Arbitro bancario finanziario, con il tema “Arbitro bancario finanziario: funzionamento, operatività e profili evolutivi”.

Il titolo introduce il confronto sul tema della mediazione trattato da Alessandro Bruni fondatore di Concilia (organismo di mediazione) e avvocato del Foro di Viterbo, con un intervento sui “Metodi alternativi di risoluzione delle controversie.

Temi controversi”.

Il dibattito investirà anche il tema del trust (con analisi delle questioni connesse al recepimento della quinta direttiva antiriciclaggio, al registro dei titolari effettivi in Italia e in Europa, al caso Helen V Francia) con trattazione di Giuseppe Lepore, partner consulente business Keytal.

Saranno oggetto di approfondimento anche i temi connessi alle banche in risoluzione, con un approfondimento di Francesco Casale, avvocato del Foro di Roma, professore di diritto commerciale all’università di Camerino.

Uno sguardo, poi, alla situazione delle banche venete, entrambe (parzialmente) cedute a Intesa San Paolo, con deroghe alla disciplina speciale delle cessioni di azienda bancaria previste espressamente dal primo comma dell’art. 3 del D.L. 99/2017 che lascia ampi margini di riflessioni: su questo argomento interverrà Erika Cacciatore, avvocato del Foro di Treviso, cultore di diritto privato all’università di Brescia.

Ad Antonio Suero, presidente dell’associazione As finanza e consumo ed esperto consulente bancario, è riservato un focus di aggiornamento giurisprudenziale sul tema dell’usura, dell’anatocismo e la violazione della trasparenza con riferimento ai rapporti di mutuo e conto corrente bancario.

Infine, parteciperanno anche Andrea Augello, senatore della Repubblica e membro della commissione Banche al tempo dei default del 2015 e Valentina Augelloavvocato del Foro di Roma, dottore di ricerca: oltre al quadro legislativo alla prova della crisi bancaria saranno analizzate anche alcune questioni collegate alla responsabilità da prospetto contenente inesatte informazioni, con particolare attenzione alla responsabilità dei emittenti, delle banche nella negoziazione, della Consob e delle società di revisione.

Il convegno sarà moderato da Daniele Sabatini, fondatore di Eurostudio Sabatini, che stimolerà gli interventi anche alla luce della propria qualità di esperto di internazionalizzazione e che con uno sguardo aperto verso orizzonti di economia globale, certamente meglio di chiunque altro potrà essere in grado di rappresentare quell’istanza di libertà che anima le menti vivaci.

Appuntamento a Viterbo, il 31 ottobre dalle 15 alle 18, nella sala Regia del palazzo dei Priori.

As finanza e consumo

Articolo pubblicato da TUSCIAWEB il 9 Ottobre 2019          Riproduzione riservata

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui