Riforma della governance di Banca d’Italia

0
297

Aggiornamento sulle novità legislative all’ordine del giorno del dibattito parlamentare.

Il tema della riforma di Banca d’Italia è stato recentemente all’attenzione della Camera. La Commissione Finanze prima, e l’Assemblea poi, hanno infatti esaminato una proposta di legge a prima firma dell’On. Meloni (FdI) in materia di norme per l’attribuzione a soggetti pubblici della proprietà della Banca d’Italia finalizzata al riacquisto da parte dello Stato delle quote del capitale dell’Istituto attualmente in mano a banche, fondazioni, enti previdenziali e fondi pensione.

In Commissione – a cui era pervenuto anche un parere della Banca centrale europea – erano stati tuttavia approvati alcuni emendamenti che sopprimevano in sostanza il testo del provvedimento e conferito il mandato alla Relatrice, l’On. Ruggiero (M5S), a riferire all’Assemblea in senso contrario sulla proposta. La Relatrice stessa, nell’ambito dell’esame in Aula, aveva poi ribadito la contrarietà della Commissione al provvedimento, sottolineando in particolare le conseguenze negative che l’approvazione dello stesso avrebbe avuto sui bilanci degli enti e delle casse previdenziali nonché sulla finanza pubblica, anche in virtù del ristoro che si sarebbe imposto per gli attuali detentori delle quote del capitale.

L’Onorevole aveva quindi annunciato di aver depositato una proposta di legge, presentata in effetti il 24 luglio scorso a sua prima firma, per ampliare il ventaglio dei soggetti partecipanti al capitale.

L’Onorevole aveva quindi annunciato di aver depositato una proposta di legge, presentata in effetti il 24 luglio scorso a sua prima firma, per ampliare il ventaglio dei soggetti partecipanti al capitale. La proposta (Disposizioni concernenti il capitale dalla Banca d’Italia) mira ad ampliare la platea dei partecipanti al capitale anche ai soggetti pubblici previsti dall’articolo 1, comma 2, del d.lgs. 165/2001. Si attende ora l’esame del provvedimento.

Di Utopia – Public, Media & Legal Affairs

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui