Sentenza favorevole sollecitata dall’avv. Lepore, a rinforzare un giudizio fondamentale nel diritto bancario.

0
185

Articolo a cura di dott.ssa Eleonora Estrada.

Lo studio Lepore ha ottenuto un’importante pronuncia nell’ambito di una procedura esecutiva su istanza di una società di recupero crediti, sulla base di una procura invalida. Osservando l’ordinanza della Corte di Cassazione, pubblicata in data 07.11.2019, il Tribunale di Roma ha dichiarato nullità della procura. Stabilendo in primo luogo che il lemma ‘crediti in default’ non risultava in sé in grado di conferire determinatezza al mandato in questione.

L’esigenza di tutela dell’interesse dei terzi, che hanno sempre diritto di esigere lecita giustificazione dei poteri del rappresentante con cui contrattano è divenuta così effettiva.

La sentenza favorevole sollecitata dall’avv. Lepore adempie la funzione considerevole di rinforzare un giudizio fondamentale nel diritto bancario.

La redazione di ASFINANZA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui