Acquisto di beni strumentali incorporanti tech digitali, investimenti in sostenibilità, manovre per attrarre investimenti privati… Ecco alcune parole chiave pronunciate da Gualtieri su NaDef

0
83

Acquisto di beni strumentali incorporanti tech digitali, investimenti in sostenibilità, manovre per attrarre investimenti privati… Ecco alcune parole chiave pronunciate da Gualtieri su NaDef, nell’aggiornamento legislativo a cura di Utopia – Public, Media & Legal Affairs.

Il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri è intervenuto ieri presso le Commissioni Bilancio del Parlamento nell’ambito delle audizioni sulla Nota di Aggiornamento al Documento di Economia e Finanza – NADEF. Obiettivo della manovra è – ha dichiarato Gualtieri – evitare l’inasprimento della pressione fiscale, disattivando gli aumenti Iva per 23 miliardi.

 

Obiettivo della manovra è evitare l’inasprimento della pressione fiscale, disattivando gli aumenti Iva per 23 miliardi.

Tuttavia saranno anche rifinanziate e rinnovate diverse politiche, con fondi per efficienza energetica, rinnovo del patrimonio edilizio e pubblico impiego. Saranno implementate anche politiche per rilanciare la crescita quali la riduzione del cuneo fiscale sul lavoro, il rilancio degli investimenti, l’aumento delle risorse per istruzione e ricerca e per rafforzare il servizio sanitario.

Rispondendo alle domande di Deputati e Senatori sono stati affrontati numerosi temi legati all’imminente manovra.

Il Ministro ha sottolineato che rimodulazioni dell’IVA potranno essere valutate, così come – in tempi congrui – una riforma del sistema fiscale e dell’IRPEF. Confermato il rinnovo delle misure di Industria 4.0 che, unitamente al credito d’imposta per 674 milioni e a investimenti infrastrutturali, punteranno ad essere un volando per il Mezzogiorno.

Rimodulazioni dell’IVA potranno essere valutate, così come – in tempi congrui – una riforma del sistema fiscale e dell’IRPEF.

Tra le priorità di riforma istituzionale UE il Ministro ha indicato: il completamento dell’Unione bancaria e la garanzia comune dei depositi; l’indennità di disoccupazione europea; la capacità investimento comune UE anche sulla sostenibilità.

Sul versante fiscale Gualtieri ha insistito sulla necessità di un minimum effective tax rate per le imprese in Europa. Centrale per la sessione di bilancio sarà anche il tema della lotta all’evasione attraverso l’incentivazione dei pagamenti elettronici e l’aumento della capacità digitale dei cittadini.

Infine anche il tema della finanza locale ha ricevuto una particolare attenzione. Il Ministro ha sottolineato che si intende mettere a disposizione risorse per le fusioni tra Comuni e auspicato che essi siano un attore fondamentale del Green New Deal costruendo una partnership su sostenibilità ed investimenti che tenga anche conto di opportunità come il programma InvestEU.

Aggiornamento legislativo a cura di Utopia – Public, Media & Legal Affairs

Riproduzione riservata ©

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui