ENTI LOCALI: Quando è il comune a sottoscrivere DERIVATI FINANZIARI, responsabilità di amministratori e funzionari per danno erariale.

0
245
DIFFERENZIALI cliente-banca

Dagli anni 2000 sono stati tanti i comuni o enti locali che hanno sottoscritto con Istituti di Credito contratti Derivati, in generale Interest Rate Swap.

Ovvero persone senza una idonea competenza finanziare hanno scommesso sull’andamento dei tassi con le banche, causando dei danni ai bilanci pubblici che ancora ad oggi i cittadini stanno pagando.

Cassazione civile sez. un., 05/04/2019, (ud. 09/10/2018, dep. 05/04/2019), n.9680

.”

In particolare, la sentenza (n. 9680 del 5 aprile 2019) emessa dalla Suprema Corte di Cassazione a Sezioni Unite che, chiamata a pronunciarsi su una sentenza emessa in grado d’appello dalla Sezione Giurisdizionale Centrale della Corte dei Conti, ha sancito che è legittimo e corretto e non comporta una sindacabilità nel merito delle scelte discrezionali della pubblica amministrazione la sentenza con la quale i giudici contabili hanno riconosciuto la responsabilità di alcuni amministratori e di un funzionario condannandoli al risarcimento per danno erariale, in relazione ad un’operazione, rivelatasi dannosa, di finanza strutturata del tipo Interest Rate Swap, con clausola floor e cap.

In questo caso il giudice ha sanzionato la negligenza e superficialità di chi maneggiando il denaro pubblico, non ha avuto la prudenza e la consapevolezza nel sottoscrivere strumenti finanziari complessi.

Articolo di:Dott. Antonio Suero

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui