MOODY’S: banche italiane sotto pressione aumento crediti deteriorati (NPL)

0
258

Parliamo dei mutui ipotecari accesi da milioni di italiani sulle proprie case.

Gli esperti dell’agenzia di rating sottolineano che “la redditività delle banche subirà pressioni a causa dell’indebolimento dell’attività creditizia, di minori operazioni che generano commissioni e costi più elevati del credito” e “le attuali difficili condizioni dei mercati finanziari probabilmente costringeranno le banche sospendere temporaneamente i loro programmi di finanziamento.

Questo, combinato con le moratorie sui rimborsi dei prestiti, metterà sotto pressione i buffer di liquidità”. Moody’s si attende però che la Banca Centrale Europea e il Governo Italiano adottino misure di emergenza per sostenere la liquidità e il finanziamento delle banche, alleviando l’effetto complessivo.

In un momento di grande incertezza come quello che stiamo vivendo, dominato dall’infuriare del Coronavirus, alcuni aspetti più delicati dell’economia si stanno drammaticamente avviando verso destinazioni veramente pericolose.

Un ruolo importante a supporto di questa situazione l’avranno realtà come il progetto Re-Start, la cui mission è quella di sostenere completamente il debitore nella sua trattativa con l’istituto di credito ed estinguendo (con la vendita dell’immobile) tutti debiti, prima che questi vengano “svenduti” all’asta.

Angelo Ferraris, co-founder del progetto RE-Start: “E’ fondamentale avere un pool di professionisti ed esperti in materia, per supportare e fornire ai soggetti più deboli risposte certe e possibilità di uscita e ripartenza dal tunnel dell’insolvibilità”.

Di Antonio Suero, founder di Suero & Partners, Presidente di AS Finanza & Consumo.

Riproduzione riservata ©

Si veda anche, https://www.asfinanza.com/crediti-deteriorati-limportanza-della-gestione-dei-crediti-npl-e-utp/

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui